Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘bomboniere laurea’

La scorsa settimana una compagna di corso si è laureata.
Come tesi ha fatto un interessante lavoro sulla predazione da lupo nella provincia di Savona e per il grande giorno mi sono offerta di farle le bomboniere, o meglio, le mollettine per le bomboniere… un pochino tipo le mie.

Tutto il lavoro di confezionamento del sacchetto con confetti lo hanno fatto la sua mamma e la sua sorella, e le mie mollette sono state attaccate il giorno stesso della laurea (un po’ anche perchè, data la mia irrecuperabile tendenza a fare le cose all’ultimo minuto, ovviamente le ho finite la mattina stessa della laurea, mezz’ora prima di scendere a vedere la sua presentazione… si, lo so, sono un disastro…), quindi non ho immagini della bomboniera completa e giusto un paio delle mollette stesse, ma ci tenevo lo stesso a pubblicarle.

Il lavoro è stato lo stesso delle mie, senza il disegno di base di un grande artista come Nicola…
Considerato che siamo partiti da un disegno mio il risultato è certamente più scarso… ma era un po’ quello che passava in convento.

Fatto il disegno, scolpita la prima faccia lupesca (perchè ovviamente ha voluto la bomboniera con il lupo) e su quella si è creato lo stampo in silicone morbido con cui fare la serie di faccette da mettere sulle mollette.

Ok, gli stampi non sono i miei preferiti, ma visto il mio odio atavico per la realizzazione di cose in serie e viste le tempistiche di realizzazione della prima faccia direi che sono una soluzione perfetta per questo genere di creazione, relativamente piatta.

In tutto sono 28 facce di lupo con tocco, che poi sono state cotte e dipinte a mano.

Questo è il prototipo della fase del colore che ho tenuto io:

Mentre le 28 che ho consegnato a lei sono state fatte metà in bruno e metà in grigio e sono state incollate metà su mollettine di legno in colore naturale (quelle che ho fotografato per intendersi) e metà su mollettine di legno rosse.

Se non fosse che la faccia mi ricorda più un orso che un lupo potrei quasi dire che sono soddisfatta  XD

Annunci

Read Full Post »

lo scorso 5 ottobre mi sono laureata…

alla buon ora, direte in tanti… ebbene si, proprio alla buon ora… alla fine ce l’ho fatta pure io!

ovviamente in pieno sclero tesi e presentazione ho voluto anche fare le bomboniere.
ed è loro che ora vi racconto  =)

innanzi tutto devo dire che l’idea è nata in una notte di follia quando ancora pensavo di laurearmi a luglio, è nata di getto ed è stato subito amore. passare alla realizzazione è stato più complesso e per fortuna che alla fine mi sono laureata ad ottobre  =)

la mia tesi era sugli stambecchi, gli stambecchi mi hanno accompagnata anche nella prima tesi che avevo iniziato a fare e che poi è stata interrotta e cambiata… quindi le mie bomboniere avrebbero avuto gli stambecchi. essendo pur sempre bomboniere di laurea l’idea è stata che gli stambecchi fossero intenti a mangiarsi la fantomatica corona d’alloro.

e qui veniva il difficile… io fatico a mettere una idea su carta… nella mia testa era perfetta, ma da li a farla uscire il passo non era immediato… quindi ho chiesto soccorso… ho chiesto di fare il disegno della faccia della bestia a Nicola Saviori, il quale si è gentilmente prestato alla mia follia. questo è quello che è saltato fuori dalle sue mani:

e dei due ho scelto il secondo, quello a tre quarti.

poi c’era l’idea delle buste dei confetti… i sacchetti soliti non mi piacevano e l’idea che avevo in mente era di usare una tela di colore naturale… alla fine insieme alla nonna abbiamo scelto un misto lino e lei mi ha gentilissimamente cucito tutti i sacchettini, che ho voluto a forma di busta, chiusi da un nastro rosso scuro.

e lo stambecco?
e lo stambecco è stato più complesso… avrei voluto fare una calamita, ma poi era una noia attaccarla al sacchetto… quindi ho optato per le mollettine di legno. ci sono tante bomboniere chiuse da mollettine con le cose più disparate… le mie mollettine avrebbero avuto lo stambecco stralunato che si mangia la corona d’alloro.

quindi ho scolpito lo stambecco, in fimo, con l’idea di fare poi degli stampi per farne una cinquantina. il prototipo è stato una sudata, ma alla fine ne ero abbastanza soddisfatta. è stato scolpito in due turni, il primo per la faccia e le corna, il secondo per le foglie. le dimensioni sono di 2 x 2,5 cm per uno spessore massimo di 5 mm.

da questo coso tutto sporco ho fatto gli stampi con una pasta siliconica bicomponente, che una volta presa la forma restava leggermente flessibile.

e li via alla produzione di un sacco di stambecchi.

poi c’è stato il dramma della pittura…
l’idea di partenza era quella di fare un effetto smalto su porcellana o eventualmente una colorazione tipo thun… ma una volta provati non mi piacevano affatto. quindi ho colorato il tutto dal nero al grigio, come fosse stato un sasso scolpito… e li è stato amore! peccato solo non ci azzeccasse con le buste…

pensa che ti ripensa ho provato ad inchiostrare di marrone l’effetto pietra di base… ed eccolo, era lui! mancavano solo le foglie verdine!

insomma è stato un parto, è uscito diversissimo da come lo immaginavo… ma è uscito esattamente come sarebbe dovuto essere  =)

ne ho fatte 50, ma non le ho fotografate tutte insieme… accontentatevi del gruppetto da sei, che almeno si vedono un po’ meglio!

la fase di pittura non è stata curata come avrei voluto, ma erano le 3:30 di mattina del cinque ottobre… il tempo ormai era finito… ho fatto il meglio possibile con il tempo rimasto  =)

Read Full Post »