Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘quaderno rilegato’

Questo è il mio ultimo lavoro di legatoria, un quaderno schizzi che una amica ha chiesto per fare un regalo di natale. Le indicazioni erano il tema gattoso e i colori rosa e viola.

Il disegno è realizzato con colori acrilici e dotting tools, il formato del quaderno è A5 e i capitelli sono per la prima volta cuciti a mano.

kath1 kath2 kath3 kath4 kath5

Read Full Post »

Domani un’altra amica si sposa.
Un’altra amica che si sposa e che non vedrò il grande giorno.

Un’altra amica cui ho fatto un guest book per quel giorno.

La rilegatura è in stile giapponese con nastro bianco, la copertina è in carta naturale e carta riciclata con la targhetta dei nomi scritti a mano con colore acrilico e una decorazione con tre placchette di resina vetrificante con inclusi fiorellini (velo di sposa).

Le placchette in resina sono state un primo esperimento ed ero terrorizzata per la resistenza e durata dei fiori inclusi. Per ora reggono,,

 

tizzi 1 tizzi 2 tizzi 3

Read Full Post »

Proprio in questi giorni ho fatto un altro trasloco. Nuovo appartamento non lontano dal vecchio, forse un filo più piccolo ma decisamente più carino.

Tutto è ancora da sistemare, ma intravedo una nuova stanza studio dove finalmente potrò spargere tutti gli aggeggi di hobbistica che nello scorso anno sono rimasti negli scatoloni.

Nello scorso mese, tra impacchettamenti vari, ho tenuto a portata il materiale da legatoria e ho fatto un paio di lavoretti. Il primo, questo, è una serie di 10 piccoli quadernetti che ho lasciato ad una associazione da vendere al fine di raccogliere fondi.

I 10 quaderni hanno fascicoli di fogli colorati all’interno per un totale di 80 pagine ciascuno, in formato lievemente inferiore all’A6 come mio solito, cuciti a mano. I fogli di guardia sono dello stesso colore dei fascicoli, solo di una tonalità un filo più marcata. La copertina è rivestita di carta giapponese lasciata semplice per 5 e colorata a tampone e stampata con un gatto e delle impronte per i restanti 5.

La carta giapponese per le copertine mi sta dando immensa soddisfazione, spero solo di non finirla troppo in fretta!

cats protection 1
cats protection 2
cats protection 3
cats protection 4
cats protection 5

Read Full Post »

Questo è un post che sta richiedendo molte più correzioni di quante non mi sarei mai aspettata.

“Ma se non lo hai nemmeno iniziato!”, penserete voi.

In realtà l’ho iniziato e cancellato almeno una decina di volte. Questa cosa non è da me.
Io scrivo di getto, in modo assolutamente reprensibile, ma di solito quando ho qualcosa da dire prendo per buona la prima stesura. Da correggere in buona parte, ma difficilmente nei contenuti.

Cancellare e rifare dieci volte non è da me.

Ma questo post è difficile da scrivere.

Probabilmente perchè è difficile esprimere quello che vorrei. Quindi getto la spugna.

Quello che vedrete è un guest book. Un guest book per un matrimonio. Il matrimonio di una mia amica, di una persona cui voglio bene anche se non so esserci come lei meriterebbe. Un pezzo di me che sarà con lei in quel bel giorno.

Alla partenza avevo in mente tre cose: la tela grezza, la carta naturale e il nastro verde.
Il nastro verde s’è perso per strada, perchè lo avevo in mente per un malinteso. è stato sostituito da nastro bianco.
Però l’idea non veniva.
La traduzione in pratico di qualcosa che si accostasse al resto delle sue decorazioni non mi veniva.

Ho fatto come faccio spesso, mi sono messa a cercare immagini che mi dessero un la.

Solo che questa volta più che un la mi hanno dato praticamente la completa sinfonia.

Devo quindi assolutamente dire che l’idea cui mi sono ispirata, con qualche (poco) cambiamento, è un guest book di Craft Stories (negozio Etsy). L’ho visto ed era quasi lui.

Non mi piace copiare le idee di altri, ma sono arrivata alla conclusione che non avrei potuto pensare nulla di più azzeccato, e mi importava che questo guest book fosse azzeccato.

 

elena1 elena2 elena3 elena4

Read Full Post »

Finalmente il quadernino che avevo fatto per regalo di Natale è giunto a destinazione…

Temevo che si fossero ormai persi tutti…

Invece almeno due pacchi di Natale sono arrivati a destinazione. Uno era un regalino hand made per una amica del gruppo tanguero milanese.

Quello che faccio di solito nasce da idee abbastanza improvvise, e questo quaderno non è stata una eccezione. Per questo per me è difficile fare i regali, soprattutto dovendo rispettare una scadenza… le idee quando arrivano arrivano, non posso prenotare loro il biglietto per il mese prima della data desiderata… questo era arrivato relativamente in tempo, ci hanno messo lo zampino le feste e le poste… comunque fortunatamente è arrivato!

è un quaderno piccino, il formato non è standard perché è nato partendo da fogli che avevo sbagliato a tagliare.
a me piacciono le cose piccoline, quindi li avevo tenuti per fare lo stesso qualcosa e hanno ora trovato casa. Le dimensioni sono più piccole di un formato A6, soprattutto l’altezza.

La copertina è cartoncino rivestito con carta giapponese, sempre carta giapponese quella su cui è stata stampata la foto e i rettangoli colorati. L’idea originaria era di farlo in tela, ma non sono stata in grado di trovarla tra le varie carte… ovviamente dopo averlo spedito è saltata fuori la malefica.. La carta giapponese mi ha comunque dato parecchia soddisfazione, mi piace molto la sua morbidezza al tatto, anche se la resa in stampa ha lasciato a desiderare.

Il taglio è il risultato della taglierina grossolana, ancora non sono riuscita a trovare una raspa per rifinire il taglio e con la carta vetrata abbiamo appurato che non ce la faccio.
I fascicoli sono rilegati a mano, i fogli di guardia sono di un rosso scuro intenso che io amo da impazzire, i capitelli sono hand made e sono anch’essi realizzati con la medesima carta usata per i fogli di guardia.

Sono rimasta soddisfatta da questo lavoro, il risultato è di gran lunga più pulito del mio solito, visto che normalmente errori nel calcolo della copertina non li scampo..

 

patti

patti2

patti3

patti4

patti5

Questo lavoro mi ha lasciata con una immensa voglia di rilegare di nuovo..

Read Full Post »

ogni tanto ritorno al blog per postare qualcosina..

oggi è uno di quei giorni ogni tanto, ma, per quanto possa sembrare una data particolare, non son qui per postare alcun che riguardante San Valentino e la festa degli innamorati.

quello che posto invece è un guest book che ho consegnato un paio di settimane fa alla mia maestra di tango argentino, realizzato con l’idea di raccogliere testimonianza del passaggio di qualsivoglia tanguero che partecipi agli eventi di pratica organizzati ogni sabato pomeriggio alla scuola “Danzamente”

note allegre e note dolenti di questo lavoro, partendo dalle ultime

l’ho dovuto rifare perchè ho fatto un po’ di casini, per di puù l’idea originale messa in pratica poi non mi piaceva affatto, quindi è stato pure più lungo della mia normalissima lentezza. ho provato ad arrangiare i capitelli, ma ho fallito, quindi l’ho lasciato senza, onde evitare di consegnarlo il prossimo Natale. ho avuto qualcosa da ridire con la distanza dal dorsino, ho litigato parecchio con le pagine di risguardo, che già erano presenti sul fascicolo di fogli che ho preso già rilegato, le quali hanno ben pensato di dilatarsi lungo il lato lungo, ovvero quello rilegato, creando un poco adorabile motivo a ventaglio di pieghe. ho avuto parecchi problemi con la colla lavorando su pagine formato A4, il che mi porta a desiderare intesamente un prossimo acquisto: il rullo!

note allegre: mi sono davvero divertita a fare la carta schizzata di nero e mi piace davvero un sacco il risultato della copertina con le cornici nere incassate, per quanto fare le varie parti e metterle insieme sia stato un po’ un delirio come primo esperimento.

più dolori che gioie in effetti, per il prossimo giro cercherò di essere migliorata parecchio rispetto a questo.

comunque lascio le tre foto che ho fatto, sperando che possa piacere almeno un po’..

 

Read Full Post »

eccomi!

finalmente dopo le famose prove posto il lavoro che mi era stato commissionato…

il lavoro era un guest book per il matrimonio di una cara amica, Laura, è davvero stato un onore ricevere questa richiesta!

è il primissimo lavoro tanto serio che faccio, quindi sono stata presa dal panico per ogni cosa.
devo però ringaziare Maura, un’altra amica e definitivamente un angelo, che mi ha guidata ogni qualvolta inciampavo…

il matrimonio di Laura è stato il 4 settembre ed era un matrimonio a tema.

abiti a parte, tutto quello che riguardava il matrimonio era legato al tema di Alice nel paese delle meraviglie, ed il particolare filo conduttore sono state le illustrazioni di Kei Acedera.

l’album è stato realizzato con fogli da disegno stampati a righe e bordati con acrilico spugnato color fuxia, la copertina è di cartoncino rivestito con carta naturale con il disegno di un cuore inciso nelle fibre color avorio su fondo avorio, decorata con roselline in carta di riso fuxia ed avorio. il tutto è stato rilegato con un nastro di raso fuxia con il metodo di rilegatura giapponese.

la penna è una normale cartuccia di penna biro attorno alla quale è stato realizzato l’involuro a forma di pennello, in fimo bianco, dipinto dopo la cottura con colori acrilici.

vi lascio alle foto, sperando che vi piaccia…

interno dell’album

particolare dei nomi

particolare della penna – pennello

ringrazio Laura delle foto, perchè causa spedizione fuori sede non ero riuscta a farle prima di impacchettare il tutto. ringrazio Laura anche della bellissima opportunità che mi ha dato richiedendo a me di farle questo lavoro!

Read Full Post »

Older Posts »